Beach volley: pro e contro dello sport da spiaggia

La pallavolo da spiaggia - o beach volley - è uno degli sport re dell’estate: ormai non c’è stabilimento balneare che non disponga dell’apposito campo dove poter giocare in squadre da due giocatori. Vi sarà capitato di restare affascinati dai gesti che i componenti delle due squadre fanno al compagno, con le mani dietro alla schiena, oppure di restare sbalorditi di vedere la resistenza fisica di questi giocatori sotto il sole cocente e la sabbia bruciante. 
Anche se può sembrare un passatempo estivo poco impegnativo, il beach volley è un’attività sportiva in tutto e per tutto e come tale ha i suoi pro e contro. Vediamo quali sono. 

Perché il beach volley fa bene

Praticare uno sport sulla spiaggia è un buon modo per tonificare tutto l’organismo: dalle gambe, ai glutei, agli addominali. Poggiando sulla sabbia, e non su una superficie dura e omogenea, viene meno la fase elastica del salto: i muscoli di cosce e glutei devono lavorare continuamente di più per spingere il corpo verso l’alto, compensando la perdita di elasticità con una forza maggiore. Proprio per questo motivo viene considerato uno sport di resistenza, poiché permette di bruciare molte calorie e accelerare e tonificare il metabolismo: giocare per mezz’ora fa bruciare infatti fino a 130 calorie. 

Attenzione però alle maggiori sollecitazioni del piede nudo sulla sabbia, che potrebbe incidere sul benessere delle articolazioni di caviglie e gambe, creando più facilmente infortuni. Le caviglie potrebbero essere interessate da distorsioni, mentre gomiti, ginocchia e spalle possono andare incontro a traumi per i continui “tuffi” a terra. 

Fra i benefici diretti di questo sport c’è anche un visibile miglioramento della respirazione e del fiato; mentre il continuo lavoro aerobico migliora il ritmo cardiaco, allevia le vene varicose e favorisce il ritorno venoso. 

I benefici del beach volley sono anche emotivi: questo sport costringe a lavorare sulla reattività della mente, che deve restare sempre concentrata perché ogni azione prevede il contributo di entrambi i giocatori. 

Infine passare i pomeriggi a giocare in spiaggia permette di ottenere un’abbronzatura da far invidia che, da un lato accresce la propria autostima e dall’altro permette di fare il pieno di vitamina D, che viene sintetizzata attraverso l’esposizione al sole e che è fondamentale per il mantenimento in salute delle ossa e per rinforzare il sistema immunitario. Ricordatevi però di mettere sempre un’adeguata protezione solare per evitare eritemi.

I contro del beach volley

Al pari di tutti gli sport, nemmeno il beach volley andrebbe cominciato di punto in bianco, magari dopo mesi di inattività, e senza la giusta preparazione preventiva. Il modo migliore per avvicinarsi al beach volley ed evitare traumi o incidenti, è cominciare a giocare gradualmente, senza strafare.

Poiché viene giocato in spiaggia, valgono i consigli sull’esposizione sicura per evitare eritemi o scottature solari: il periodo ideale della giornata per giocare sarebbe il tramonto, quando le temperature diventano un po’ meno calde ed è più ventilato. Andrebbero invece evitate le ore centrali, dalle 11 alle 16, che sono le ore in cui i raggi solari sono più nocivi; l’adeguata protezione sulla pelle in base al proprio fototipo è fondamentale a qualsiasi ora - le scottature ripetute favoriscono l’insorgenza dei melanomi della pelle - così come è importante riparare gli occhi, che possono risentire dei danni dei raggi solari, e la testa con un cappellino. 

Giocare al sole con temperature alte può aumentare la sudorazione, con il rischio di andare incontro a disidratazione: è bene quindi avere a portata di mano dei liquidi - la scelta più salutare è acqua naturale a temperatura ambiente, mai fredda se siete accaldati o sudati - in modo da reidratare l’organismo e impedire che possa andare incontro anche a perdita eccessiva di Sali minerali e invecchiamento dei tessuti. 

E con questi accorgimenti, giocare a beach volley sarà più divertente che mai. 
 
RESTA INFORMATO.
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura. Ricevi i nostri aggiornamenti via email!
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura.
Ricevi tutti gli aggiornamenti via email.

Iscriviti alla Newsletter

La rivista online

GVM Magazine
Salute e Benessere: Il tuo appuntamento con l'informazione medico scientifica.
Scarica la rivista

IL GRUPPO OSPEDALIERO ITALIANO

Ospedali di Alta Specialità, Polispecialistici e Poliambulatori con Day surgery.

Le strutture sanitarie di GVM Care & Research accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale e convenzionate con Fondi Sanitari Integrativi, Casse Mutue e Assicurazioni Sanitarie, sono presenti in 10 regioni italiane.

Visita gli ospedali su GVMnet